Nell’arte contemporanea nazionale e internazionale nel definire il prezzo e il valore dell’opera d’arte incide sempre di più il nome della galleria che ti vende l’opera o il nome del curatore che sostiene una data opera. In altre parole le pubbliche relazioni che sostengono un’opera d’arte prevalgono sul valore artistico effettivo dell’opera e di conseguenza sul suo prezzo.

Come se andassimo a comprare una Fiat Panda al costo di una Ferrari solo perchè ci troviamo in una concessionaria Ferrari, questo tende ad avvenire in molti ambiti, ma nel campo dell’arte contemporanea questa tendenza è molto forte. L’opera d’arte contemporanea NON ha autonomia rispetto alla galleria che la vende o al curatore che la sostiene. Questo alla lunga diminuisce la qualità e rende il mercato polarizzato sono su prezzi molto alti e sicuri. Questa tendenza tende a mettere in difficoltà la gallerie medio-piccole in favore delle grandi gallerie multinazionali. 

Che cos’è il ROSSI RATING?

Si tratta di un indice, da uno a cento, che definisce il valore, e quindi di conseguenza il prezzo, della singola opera di arte contemporanea (consideriamo 1980-2019). Dopo i giudizi di Luca Rossi pubblicati su Artribune nel 2014, e la lista dei migliori 50 artisti italiani pubblicata su questo sito nel 2017, ecco un nuovo parametro per dare autonomia all’opera d’arte e sostenere al meglio il suo valore e il suo mercato. 

 Da cosa dipende il ROSSI RATING?

> al 70% da un giudizio critico definito da 100 “saggi”. Tale giudizio mette in relazione l’opera d’arte in sè con il contesto e con le intenzioni dell’artista (didascalia, biografica, interviste, dichiarazioni, altre opere dell’artista ecc.)

 > al 20% da quanto è profittevole l’investimento economico sull’opera rispetto la collocazione dell’artista nel panorama dell’arte contemporanea internazionale

> al 10% da quanto l’artista, e quindi le sue opere, siano sostenute da buone pubbliche relazioni nazionali e internazionali. 

Per OGNI OPERA d’arte contemporanea prodotta tra gli anni 80′ e oggi si può richiedere il ROSSI RATING certificato da Luca Rossi Lab. E’ possibile richiedere tale certificazione scrivendo a lucarossicampus@gmail.com

Per iniziare definiremo il ROSSI RATING per 6 opere d’arte che consideriamo iconiche, nel bene e nel male:

Him di Cattelan

La Mela di Pistoletto

 IMG di Luca Rossi 

Ai nati oggi di Alberto Garutti 

Clessidra di Giorgio Andreotta Calò

Una delle opere di Treasures..di Damien Hirst 

….

 

Maurizio Cattelan (b. 1960), Him, 2001. Wax, human hair, suit, polyester resin and pigment. 39 3/4 x 17 x 25 in. (101 x 43.1 x 63.5 cm.)  

 L’artista italiano vivente più caratteristico e tra i più quotati, autodidatta. Rudolf Stingel è il più quotato. 

ROSSI RATING OPERA “HIM” >>> 80 AA

Luca Rossi (ND). “Se non capisci una cosa cercala su YouTube” – 11x2 metri, lettere in legno, Val Badia (smach 2017). 

 “Luca Rossi” artista, blogger, critico, personalità controversa del sistema dell’arte italiano. L’opera che vedete rappresenta e riflette il senso più prodondo del nostro tempo e potrebbe essere definita altermoderna e antifragile. 

ROSSI RATING OPERA “SE NON CAPISCI UNA COSA CERCALA SU YOUTUBE” >>> 78 AA   

Alberto Garutti (b. 1948). “AI NATI OGGI”, impianti di illuminazione, testo scritto, 2019 Roma. “I lampioni di Piazza del Popolo sono collegati con il reparto di maternità del Policlinico Agostino Gemelli. Ogni volta che la luce pulserà vorrà dire che è nato un bambino. Quest’opera è dedicata a lui e ai nati oggi in questa città”

Artista e professore all’accademia di Brera ha formato gran parte degli artisti italiani che tra anni ’90 e anni 2000 hanno rivitalizzato la scena artistica italiana.

ROSSI RATING OPERA “AI NATI OGGI” >>> 69,5 AA

Giorgio Andreotta Calò (b. 1979). “Clessidra da Scolpire il tempo”, bronzo, cm 180 x 40 x 40, 2010.

 Artista emerso dopo il 2001 e affetto dalla Sindrome del Giovane Indiana Jones. Molto sostenuto dal migliore sistema dell’arte italiano (la cordata alemani-gioni – paolo zani – de carlo – tenconi – cattelan). 

ROSSI RATING OPERA ” CLESSIDRA DA SCOLPIRE IL TEMPO” >>> 37, 5 A

Damien Hirst (b. 1965). “Sphinx” materiali vari, 2017. 

 Tra gli artisti contemporanei più popolari nel mondo. Nel 2017 a Venezia ha realizzato la mostra di arte contemporanea più completa e consapevole degli ultimi anni. 

 ROSSI RATING OPERA “SPHINX” >>> 78, 5 AA