Author: Luca Rossi

L’ennesimo elenco per aiutare un mercato truffa

Un sistema dell’arte sano esiste quando esiste un dialogo tra artisti, critica e pubblico. In italia non esiste critica e il pubblico è fatto da addetti ai lavori, curiosi e pochi collezionisti strabici tra il mercato interno (usato per arredare la casa al mare senza andare al’ikea) e le aste internazionali vere autorità per sapere quali opere su cui investire e avere una rendita futura. La critica italiana è fatta dai rumors, dalle mafiette che aiutano l’amico, da “addetti ai lavori” precari che fino a ieri facevano i web designer, laureati in filosofia, disoccupati o laureati in lettere….siamo messi male. Il prezzo di un’opera dovrebbe contenere il suo valore artistico. Dopo aver fatto una faticosa ricognizione di tutti gli artisti italiani emersi tra il 1990 e il 2017: http://lucarossilab.it/2017/04/29/arte-italiana-27-anni/ Vorrei, quasi per gioco, passare in rassegna i 100 artisti che Giacomo Nicolella Maschietti, indica come le promesse di domani. In classifica ci sono anche artisti ultra cinquantenni….quindi non si capisce benissimo. Ma precediamo: Airò Mario (classe 1961) Opere delicate, una sorta di arte povera leggera con innesti di brevi frasi poetiche. Senza una linea definita, inconsistente. Voto 4 Alterazioni video Gruppo di giovani volenterosi, giocano su caos formale e concettuale del nostro tempo, anche loro legati a manierismi e cliché visti e stravisti. Voto 5 Andreoni Giulia praticamente sconosciuta (innesto di amici di amici) Stefano Arienti Anche lui arte povera...

Read More

Arte Bella e di Valore (sicuro)

Nella foto: Mare aperto (130x60 cm, 2015) con Duchamp + Judd + Anselmo   Creare da subito una collezione d’arte con i Grandi Artisti del ‘900, che ogni hanno rende il 100% e che può sempre essere restituita senza perdere il proprio denaro.  . Una delle critiche che ho più ripetuto in questi anni è quella dell’ ikea evoluta. Come se l’ikea evoluta non avesse valore…niente di più sbagliato il valore di qualsiasi cosa dipende da: contesto, intenzioni e dalla cosa che abbiamo davanti. Un bicchiere d’acqua nel deserto ha un valore e in centro a New York ha...

Read More

Il coma dell’arte italiana, ma nessuno ne parla

Dopo la Biennale di Istanbul che non vede artisti italiani (se non Bonvicini della stessa galleria berlinese dei curatori…), anche la Biennale di Lione non…NO scusate, ci sono tre giovani italiani: BURRI, FONTANA e SCHEGGI….  . Intanto veniamo da una Documenta 14 che non presenta italiani o artisti formati in area italiana (perché siamo GGGLOBALI….non si può parlare di artisti italiani…dai, ma quanto siamo provinciali???), e da una Biennale di Venezia 2017 con il solo Salvatore Arancio che propone ceramiche dal gusto informale anni ’50….anche se devo dire, entrambe le manifestazioni da dimenticare. Perché se l’arte italiana è ignorata...

Read More

Art in action

KA: Ho appena ricevuto la tua mail con il nuovo progetto presso “The Tanks” alla Tate Modern. Sei mai stato sul posto? LR: No, non ho ancora visitato dal vero la Tate Modern, ma non è importante. Mi è sempre interessato installare nello spazio privato dello spettatore. KA: Per questo progetto hai utilizzato il blog Whitehouse originario. Perché questa scelta? LR: Per poter lavorare più liberamente sulla dimensioni delle immagini. Anche la mostra sviluppa alcune intuizioni della prima ora. KA: Negli ultimi mesi avevi lavorato molto sul passaggio tra monumento, inteso come opera convenzionale, all’idea di documento, come qualcosa...

Read More

Come fare l’artista nel 2017?

Il 98% degli artisti che dopo il 2001 hanno una galleria di livello o aiutano gli arredatori di interni ad arredare case o contribuiscono a dubbi investimenti o speculazioni. Contenti loro.   . Dopo il 2001 per definire un’opera o un percorso artistico di valore servono anni.  . Ricevo domande e richieste da artisti. Vedo alcuni che usano le mie diagnosi di questi anni, per potersi continuare ad ammalare. Come uno che prende il digestivo ma poi mangia e beve come un pazzo.  . Quindi usano come pazzi le pubbliche relazioni, citano come pazzi il passato per essere accettati, e...

Read More