Month: April 2017

Arte e politica: una mostra chiamata mondo

Il primato dell’arte sulla politica. Perché il vero Parlamento è intorno a casa tua. Luca Rossi si butta in politica. E immagina una mostra mondo. Anzi, un mondo mostra. Ho la netta sensazione che viviamo in un mondo che può essere considerato una grande mostra di arte contemporanea, fatta di oggetti, progetti e performance. La realtà spesso si confonde e supera la fantasia, quindi dobbiamo smettere di rimanere ingessati, rifugiati e quasi impauriti dentro il museo, la galleria d’arte o lo spazio non profit. Rispetto a questa “mostra-mondo”, continua ed estesa, ci ritroviamo spesso impreparati. Subiamo questa grande mostra,...

Read More

Sistema dell’arte: dove sono critica e pubblico?

Alcuni giovani artisti emigrati lo definiscono una “pozzanghera”: molto più logico rivolgersi all’esterno e fare più studio visit possibili. Altri ritengono il termine ‘sistema’ vetusto e troppo legato all’institutional critique degli Anni Novanta. Qual è oggi la funzione del sistema dell’arte? Quando ci si addentra nel capire lo stato della critica d’arte in Italia o se per esempio esista un pubblico vero, oltre ai soliti addetti ai lavori, anche questi iniziano ad ammutolirsi. In fondo le prove del funzionamento di un sistema sono spesso difficili da definire e sfuggenti. Il sistema dell’arte è importante perché le sue dinamiche e...

Read More

C’è chi scende e chi sale: 27 Anni di Arte Italiana

Una ricognizione di Luca Rossi dell’arte italiana degli ultimi 20 anni, non per colpire le persone, ma per stimolare un confronto critico rispetto le loro opere. I voti sono volutamente “severi” perché rispettosi della storia dell’arte e perché espressi per artisti ancora viventi e tendenzialmente “giovani”. Troverete anche una valutazione espressa in STELLE (*) per indicare quanto sia vantaggioso l’acquisto di un’opera d’arte dell’artista in questione. Inoltre abbiamo aggiunto se l’artista SCENDE o SALE per esprime se al momento dell’ultimo aggiornamento di questa lista l’artista fosse particolarmente attivo o meno. Buona lettura:   A12 – Groot Vijversburg, 2011 A12...

Read More

Lo Stato dell’Arte

Il valore (diverso dal prezzo) di un’opera d’arte dipende sempre di più dal “COME” e non dal “COSA”. L’ide adì tagliare la tela e non l’icona “Lucio Fontana”. Un buon COME si può restituire nell’opera solo se abbiamo chiara un natura dell’opera d’arte “complessa” che vive una fibrillazione tra esperienza diretta, esperienza mediata, oggetti e immaginazione. Ecco che abbiamo un’opera d’arte contemporanea, e non un’opera modaiola (per dirla come Girgio Agamben), un precipitato dalla nuvola MAV (modi, atteggiamenti, visioni). Quando un’opera dialoga con il nostro tempo, è lì che possiamo trovare “altri occhi”. E capiamo come l’arte presiede ad ogni...

Read More

Se la “digital strategy” approda nel mercato dell’arte

Se guardiamo ai corsi di “digital strategy” come al proliferare di start-up possiamo capire qualcosa del nostro presente e del nostro futuro. Non si tratta più di creare oggetti, prodotti e contenuti innovativi ma di ordinare le informazioni e i contenuti già presenti. In altre parole non cercate di aprire un negozio che propone prodotti fantastici ma aprite un’azienda che propone spazi per negozi temporanei; non cercate di scrivere articoli interessanti ma fate un sito che ordina le informazioni, come proporre aggiornamenti settimanali su tutte le notizie che riguardano un dato argomento, come per esempio Valentino Rossi o il...

Read More
  • 1
  • 2